I Giganti della montagna – Lo psicodramma analitico junghiano incontra il teatro di Luigi Pirandello

Palermo – 13 maggio 2017  h.9-13

Sede Palazzo Cefalà, Vicolo Sciara

Nella sua ultima opera teatrale, rimasta incompiuta,”I Giganti della montagna”, Pirandello  propone l’equazione arte/sogno/inconscio. Mai come in questo caso il richiamo allo psicodramma è sembrato evidente.

La figura di Cotrone, che tanto somiglia al direttore dello psicodramma moreniano, incoraggia l’espressione della creatività individuale, riconoscendo il valore della fantasia e dell’immaginazione proprio come accade nel lavoro psicodrammatico.

Il seminario si propone di utilizzare le suggestioni letterarie del teatro di Luigi Pirandello per esplorare l’animo umano e i personaggi che lo abitano. Attraverso il “gioco delle parti”, viene proposto ai partecipanti un percorso di ricerca per conoscere i molteplici aspetti della relazione umana e condurre con maggior consapevolezza la propria vita.

Locandina I giganti della montagna